Blog

Mediazione interculturale: la Psicologia della Comunicazione

Psicologia della Comunicazione - Centro Studi Interculturali - Università di Verona - Master in Mediazione Interculturale e Gestione dei Conflitti

La relazione tra psicologia e comunicazione può essere specificata con riferimento a tre tipi chiave di processi di comunicazione nel contesto del quadro di architettura cognitiva dell’essere umano. I tre processi sono interazione interpersonale face-to-face (faccia a faccia), interazione interpersonale mediata e comunicazione via mass media.

Si tratta di processi importanti che affrontiamo nel Master in Intercultural Competence and Management, che si occupa di Mediazione interculturale, Comunicazione interculturale e di Gestione dei conflitti. A significare che la Psicologia della comunicazione è un aspetto importante della formazione dei mediatori interculturali.

L’inquadramento a cui facciamo riferimento –  interazione interpersonale face-to-face (faccia a faccia), interazione interpersonale mediata e comunicazione via mass media – non è inteso come un resoconto storico di questi diverse pratiche comunicative. Né va inteso come descrizione esauriente della comunicazione. Serve piuttosto per evidenziare alcune somiglianze e differenze generali tra psicologia e comunicazione.

Interazione interpersonale faccia a faccia
Prendiamo in considerazione una conversazione quotidiana tra due persone sedute in un ristorante, come queste persone interagiscono, scambiano informazioni tramite segnali verbali e non verbali (Interazione →Comunicazione interpersonale →Comunicazione e cultura non verbale). La comprensione dipende da quali processi governano tale interazione sociale; e da come i segnali verbali e non verbali interagiscono nel fornire significato e struttura all’interazione sociale.

Interazione interpersonale mediata
Quando piccoli gruppi di persone interagiscono tra loro in tempo reale, utilizzando tipi diversi dei media (ad esempio telefono, computer e videoconferenza), i processi che si svolgono durante l’interazione faccia a faccia sono combinati e complicati da vari fattori che sono unici per la mediazione (Interazione sociale mediata).

Comunicazione di massa
Le comunicazioni di massa sono state generalmente intese come organizzazioni (ad esempio, giornali, società di produzione cinematografica, o studi televisivi) che utilizzano alcune tecnologie multimediali per distribuire le informazioni a un vasto pubblico (effetti multimediali). Con l’avvento della tecnologia digitale, è cambiato il rapporto tra le grandi organizzazioni e il grande pubblico.

Adesso è possibile, per chiunque, una e-mail a siti Web e a servizi di distribuzione che, a loro volta, inviano quel messaggio a migliaia di altre persone. Dal punto di vista dei processi psicologici, un modo di affrontare la comunicazione di massa è come una combinazione di interpersonale faccia a faccia e mediata.

Un settore comune alla psicologia e alla comunicazione è lo studio della cultura, che influenza sulla formazione dell’identità e sull’interazione sociale. La psicologia, da questo punto di vista, ha una buona reputazione nella capacità di esaminare le differenze culturali su come funziona la mente.

I campi della psicologia e della comunicazione sono strettamente correlati. La linea che li differenzia è spesso abbastanza sfocata. In termini di radici storiche, alcuni degli studi che sono stati considerati punti di riferimento nel campo della comunicazione erano originariamente svolti in dipartimenti di psicologia e/o pubblicati su riviste psicologiche. Pensiamo ai lavori di Bandura, Hovland, Lasswell e Lewin.

Anche ora, c’è una continua intersezione tra i due campi in termini di pubblicazioni, sedi, collaborazioni tra studiosi e persino migrazioni tra dipartimenti per facoltà e studenti formati in una delle due discipline. Dato lo sviluppo storico delle due aree, la psicologia è più una disciplina più strutturata della comunicazione, quindi la comunicazione può beneficiare degli approcci relativamente consolidati di psicologia.

Di sicuro, sia la psicologia che la comunicazione sono fondamentali per chi opera nel campo della Mediazione interculturale, della Gestione dei conflitti e del rapporto fra persone (e gruppi) di diversa cultura.

Dr. Katherine Armstrong, PhD
Docente di Psicologia della Comunicazione

×