Blog

Come fare Giornalismo interculturale sui media attraverso il digitale e la Seo

Seo&Love - 10 febbraio 2018

Comunicazione digitale, Seo (l’ottimizzazione dei testi per i motori di ricerca), Comunicazione interculturale e Giornalismo. Sono quattro pilastri di quella che possiamo chiamare la Comunicazione Efficace.

Senza il digitale, si sa, non si va da nessuna parte: è un linguaggio che consente l’ibridazione e il dialogo fra i vari mezzi di comunicazione. In questo, il digitale assomiglia alla Comunicazione interculturale: ha un modo di comunicare – fondato sull’ascolto dell’Altro e sull’informazione di qualità – che ci permette il dialogo con chi è diverso da noi; e la cooperazione per raggiungere un comune obiettivo.

La Seo è la tecnica per ottimizzare al meglio i testi (ma anche i video, le foto e i podcast) affinché i potenziali lettori possano trovarci, utilizzando i motori di ricerca, Google in testa. Possiamo definire la Seo – da un punto di vista interculturale – come una “mediazione interculturale” fra chi comunica e chi legge o vede o ascolta ciò che viene comunicato.

La Seo è quindi una forma di rispetto verso l’altro. Faccio in modo, in sostanza, di scrivere o pubblicare foto e video perché tu possa fruirle al meglio. Cerco di andare incontro ai tuoi interessi. E ci tengo innanzi tutto a trattarti come persona, non come una folla anonima o un target senza volto.

In tutto questo, il Giornalismo trae un vantaggio dall’essere digitale, dallo sposare la Seo e dall’essere “interculturale”. Un Giornalismo interculturale è un giornalismo attento alla diversità, rispettoso dell’altro diverso da chi scrive, sensibile al suo linguaggio, pronto a usare lo Storytelling per rendere più accattivante il suo contenuto.

Sullo Storytelling, però, occorre fare attenzione. E’ una tecnica di narrazione efficace, che coinvolge ed emoziona il lettore. Non deve diventare una forma di “storyballing”, con informazioni false o inventate; o peggio ancora diffamanti verso qualcuno. Anche qui, abbiamo il richiamo al rispetto degli altri.

Il 10 febbraio 2018, a Verona, al Teatro Nuovo, esperti, studiosi, consulenti, professionisti si misureranno con le tematiche della Seo (search engine optimization), del webmarketing, della comunicazione digitale, del comunicare online nell’ambito di Seo&Love.

L’auspicio è che anche il giornalismo si avvicini al dibattito, perché scrivere con rispetto dell’altro, essere attenti al linguaggio e alla diversità, puntare all’efficienza comunicativa – utilizzando in modo corretto la Seo e lo Storytelling – vuole dire vincere la battaglia contro le fake news.

Le notizie false – che noi giornalisti abbiamo sempre chiamato “bufale” – sono come il razzismo e la discriminazione verso gli altri: magari sai dove hanno inizio, ma non sai poi che sviluppi possano avere e quali danni possano provocare.

In un’ottica interculturale, il mix fra Comunicazione digitale, Giornalismo, Seo e Comunicazione interculturale può alzare il livello dei materiali che troviamo in Rete. Può preparare le condizioni per un contenuto di qualità, che è poi quello di cui hanno bisogno sia i lettori che i motori di ricerca.

Come sottolineano Brian Clark e gli esperti di Copyblogger, uno dei siti web più prestigiosi a livello internazionale sul content marketing e la comunicazione online, è fondamentale produrre contenuti di qualità. Sono così si acquisisce autorevolezza in Rete, si crea un’audience interessata ai messaggi che produciamo e – per chi ha obiettivi di vendita o di far conoscere un certo argomento – si stendono le basi per legare il lettore ai nostri messaggi.

La qualità dei contenuti, insomma, passa attraverso quei quattro pilastri: Comunicazione interculturale, Seo, Giornalismo interculturale e Comunicazione digitale. Per questo, come Centro Studi Interculturali dell’Università degli Studi di Verona, organizziamo ogni anno un Master in “Intercultural competence and management” che si occupa di Mediazione interculturale, Comunicazione interculturale e Gestione dei conflitti.

Solo una professionalità in ambito comunicativo e interculturale – grazie a un fondamento di Pedagogia e di Educazione interculturale – può consentire di affrontare le sfide e i compiti che una società complessa, globalizzata e interconnessa ci mette di fronte.

Maurizio Corte

×